Nozioni base di SEO Ottimizzare i post su wordpress

Ottimizzare i post su WordPress – Nozioni base di SEO

Oggi finalmente parliamo di SEO per WordPress. Premetto che non sono un guru del settore e parlare di SEO non è facile. Sono piuttosto la compagna di banco che ti passa i suoi appunti. 😉 Ecco quindi alcune semplici soluzioni, da mettere subito in pratica per ottimizzare i post su wordpress .org.

Se hai un blog sulla piattaforma Blogger, ho già dedicato un intero articolo in merito a quest’argomento, dal titolo “Ottimizzazione SEO per il tuo blog su Blogger”.

Ottimizzare i post su WordPress – Nozioni base di SEO

Vi suggerisco subito di installare il plugin Yoast SEO. A parer mio è il migliore, inoltre sono in molti i blogger che lo usano per ottimizzare i post su wordpress.

Titolo (per i lettori) e collegamento link al post

Questa è la classica interfaccia quando crei un nuovo articolo. In alto puoi vedere il Titolo del post ed il permalink.
Solitamente il titolo è la prima cosa che scriviamo di un articolo.

Nozioni base di SEO per WordPress - Ottimizzare dei post su wordpress

Titolo del post: Deve incoraggiare il lettore a fare click e leggere, introducendo cosa aspettarsi dall’articolo. Come potrai notare anche dai suggerimenti di Yoast SEO è consigliabile che il titolo contenga la parola chiave. Nel mio caso avevo scelto “Nozioni base di SEO per wordpress – Ottimizzazione dei post” ma dopo infinite revisioni sono arrivata a “Ottimizzare i post su WordPress – Nozioni base di SEO”.

Collegamento diretto o Permalink: WordPress lo crea automaticamente in base al titolo, ma puoi modificarlo.

nozioni di seo-per-wordpress

Titolo e descrizione per Google

Dopo aver installato e abilitato Yoast SEO, dovresti vedere questa finestra:

nozioni di seo-per-wordpress Ottimizzare i post su wordpress

In alto vedremo subito l’anteprima snippet, una preview modificabile di come verrà visualizzato il tuo post nei motori di ricerca.

Il titolo del post o slug. Viene inizialmente compilato in base al titolo della parte superiore della pagina, ma hai la possibilità di modificarlo senza che sia visibile sul tuo blog (sarà visibile nei motori di ricerca). Dovrebbe avere 40-70 caratteri e contenere la Keyword.

La meta description. Un ulteriore informazione per il lettore, di cosa parla il nostro articolo? Questo è lo spazio in cui inserire un breve riassunto ed altre Keyword.

Importante: Più il titolo è breve più è “forte” su Google!

Parola chiave (Keyword)

La parola chiave, o Keyword, è uno dei pilastri del SEO. Definisce l’argomento, ed è proprio tramite questa che il nostro articolo sarà visibile su Google. Come trovare la parola chiave migliore? Parti dal problema! Tieni sempre a mente che scrivi per delle persone e non pensare all’algoritmo, pensa a quello che le persone digitano nei motori di ricerca, di solito è il problema, non la soluzione.

nozioni di seo-per-wordpress Ottimizzare i post su wordpress

Inserisci le keyword nel contenuto del post

Se vogliamo che il post abbia la possibilità di posizionarsi in modo ottimale su Google, la Keyword che abbiamo definito come parola chiave, deve esser contenuta anche nel testo.

Ottimizzazione delle immagini

Google ama i contenuti multimediali, quindi è bene ottimizzare ognuna di queste voci presenti nel tuo post.

  1. Il nome del file dovrebbe contenere la parola chiave.
  2. Assicurati di inserire anche il titolo della foto. WordPress lo inserisce automaticamente in base al nome del file, ma ovviamente è possibile modificarlo.
  3. Un testo alternativo che userai per descrivere cosa rappresenta l’immagine, ed aggiungere una parola chiave. Le cosiddette “alt”(alternative), che vengono lette da non vedenti o ipovedenti, grazie a programmi speciali.

Ottimizzare i post su wordpress

Dopo aver inserito l’immagine nell’articolo, cliccala e seleziona l’opzione modifica:

Ottimizzare i post su wordpress

Nella finestra che si apre vedrai il testo alternativo che abbiamo già inserito in precedenza, nelle opzioni avanzate, possiamo dare all’immagine anche un ulteriore “Attributo title”. Deve fare riferimento all’argomento della post e avere una parola chiave o una sua combinazione

Ottimizzare i post su wordpress Nozioni base di SEO

I collegamenti

Il principale pilastro di Internet sono i collegamenti. Prima di tutto, i collegamenti possono essere suddivisi in interni (che rimandano a contenuti che si trovano all’interno dello stesso sito), oppure esterni, in cui rimandiamo i lettori ad una altro indirizzo. Ogni link interno fa bene al tuo sito.

Indipendentemente a dove porti il ​​link che vuoi inserire nell’articolo, evita gli slogan: clicca qui! leggi qui ecc. Lascia che il link sia un a parte del testo stesso (anche detto ancora). Anche i testi di ancoraggio influenzano la posizione dei post nei risultati di ricerca!

NOFOLLOW

Se il collegamento indirizza ad un sito che:

  • tratta argomenti controversi
  • è collegato ad un sito con contenuti per un pubblico +18
  • è un sito enorme, non necessariamente correlato al tuo blog

sarà bene aggiungere l’attributo “nofollow” a ciascun link, così che Google non vincoli il tuo blog a quel sito.

Come aggiungere un attributo nofollow:

Nella parte superiore della pagina, passa alla modalità testo:

Ottimizzare i post su wordpress - testo

Trova il link a cui vuoi aggiungere l’attributo nofollow, ed aggiungi <a paste rel =” nofollow:

<a href = ” http : // www . esempio .it “> link di altra pagina esempio </a>,

il risultato dovrebbe essere questo:

<a href =” http : // www . esempio . it” rel =” nofollow “> link di altra pagina esempio </a>. 

Importante: Non esagerare con i nofollow ovunque, Google può penalizzarti per un uso eccessivo di quest’attributo.

 

Ricordati di controllare i suggerimenti

I suggerimenti di Yoast SEO sono un fattore estremamente positivo. Il colore verde indica quello che è ok, mentre ciò che è evidenziato da un pallino rosso andrebbe sistemato. Gli elementi da migliorare sono arancioni, ma io li tratto come se fossero rossi.

Ottimizzare i post su wordpress

In sintesi:

  • Esistono due titoli nei nostri post: quello visibile ai lettori e quello creato per i motori di ricerca.
  • Ogni elemento del SEO è importante, ma ancora più importante è ricordarsi che scrivi per delle persone e non per dei robot!
  • Scegli una parola chiave e ricordati di inserirla anche nel testo.
  • Ricorda i titoli e gli alt delle immagini.
  • Dai l’attributo “nofollow” ai siti web “incerti”.
  • Utilizza i suggerimenti del plugin Yoast.
  • Inserisci i collegamenti nel testo senza inutili “clicca qui”.

Con questi semplici accorgimenti è possibile ottimizzare i post su wordpress .org. Purtroppo Yoast SEO non è disponibile per la versione free della piattaforma (wp .com).

Conosci altri plugin altrettanto validi? Se si quali? Fammi sapere se questo post ti è stato utile, lascia un commento. 🙂

Se ti fa piacere iscriviti al blog/sito, lascia la tua mail per ricevere le newsletter e seguire i cambiamenti e la crescita di Break Lab.

Un abbraccio,

Credit featured photo: kaboompics
 

2 Comments

  1. Una guida davvero completa e molto utile! Grazie!!! :-*

     

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*